Cantina della VoltaCantina della Volta

Cantina della Volta nasce dalla centenaria esperienza della famiglia Bellei, imprenditori vinicoli a Bomporto di Modena dal 1920, di cui l’enologo Christian rappresenta la quarta generazione in attività.

Pur essendo la Cantina ubicata nel cuore delle terre del Lambrusco di Sorbara, Christian e suo padre Giuseppe hanno sempre coltivato la passione per gli spumanti di alta qualità. Numerose le visite a Epernay, capitale dello Champagne, per studiare l’elaborazione dei vini con il Metodo Classico e poi applicarlo alle uve lavorate nella propria cantina a Bomporto. Questa grande passione per il Metodo Classico ha condotto Christian Bellei alla nascita della Cantina della Volta nel 2010.

L’azienda ha sede nell’edificio originale della Cantina Bellei, costruito dal bisnonno di Christian vicino all’argine del Naviglio di Bomporto, nei pressi della Darsena settecentesca, luogo in cui le barche dovevano effettuare ”la volta” nel loro percorso per riprendere la navigazione verso la città di Modena. A questo luogo ricco di significati e di storia si devono il simbolo del battello fluviale e la denominazione sociale della Cantina della Volta.

L’amore incondizionato per il Metodo Classico portò il padre di Christian, Giuseppe Bellei, ad acquistare nel 1981 il podere di San Lorenzo dietro il Monte presso Riccò: una tenuta di 34 ettari, di cui 10 destinati a vigneto.

È un terreno collinare a circa 650 metri slm ben soleggiato, calcareo, argilloso, con gesso superficiale, posto a ridosso di un bosco e caratterizzato da terroir e microclima molto simili ai terreni della Champagne. L’altitudine e la vicinanza dell’attiguo bosco consentono al vigneto di godere appieno degli effetti dell’escursione termica.

Qui, negli anni ’90, furono impiantate le barbatelle di Chardonnay e Pinot Nero acquistate in Francia. Dopo alcuni anni, con le prime vendemmie, fu possibile iniziare le produzioni, inizialmente sperimentali, di spumanti di qualità. Affinando la tecnica e mediante l’elaborazione di queste uve, Giuseppe Bellei arrivò ad ottenere importanti riconoscimenti in numerosi concorsi enologici.

Da allora, il vigneto continua ad essere sapientemente coltivato, sotto l’occhio vigile di Christian Bellei, che decide le politiche di coltivazione, potatura e rigorosa raccolta a mano, in cassette contenenti al massimo 17 Kg, per mantenere l’integrità degli acini fino alla pressatura soffice.

Cantina della Volta